Condividi l'articolo:

Roma, (askanews) – Per sostenere l Istituto Spallanzani nel lavoro di ricerca sul Covid-19 Luca Barbarossa lancia una raccolta fondi con “Non è inutile”, un brano e un video inediti.

Il testo del brano è liberamente tratto da una lettera del regista Ettore Scola a sua figlia Paola, allora adolescente: “Non è inutile che tu mi voglia bene, non è inutile far felici le persone, non è inutile pensare di salvare il mondo e non riuscirci mai”. Per questo motivo, con il sostegno della Regione Lazio, il cantautore romano ha deciso di pubblicare la sua “Non è inutile” e di devolvere tutto il ricavato all’Istituto Spallanzani di Roma per il progetto sulla ricerca contro il Covid-19.

Hanno partecipato al video che accompagna il brano anche Neri Marcorè, Anna Foglietta, Andrea Delogu, Francesco Montanari e Frances Alina Ascione.

Barbarossa vuole così essere vicino a medici, infermieri e ricercatori che stanno lottando in prima linea per sconfiggere questa terribile pandemia. Mai come in questo momento ci si sente chiamati in causa per dare man forte a coloro che quotidianamente lottano e lavorano per il diritto di tutti alla salute e alla vita.

“Ringrazio Luca per aver dato il suo prezioso contribuito in questa battaglia contro un nemico invisibile. Lo ringrazio a nome mio e di chi è impegnato ogni giorno in prima linea, a cominciare dal personale medico e infermieristico dello Spallanzani, per questo gesto di grande umanità. Un grazie anche e soprattutto a nome di tutti quelli che, attraverso la sua musica e le sue parole, si sentiranno parte di una comunità che unita può vincere e battere il virus”, ha commentato il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

“In questa situazione così delicata ed emergenziale in cui rimanere uniti e sostenerci l un l altro è una prerogativa indispensabile – ha affermato Marta Branca, direttrice generale dell Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani – il gesto di Luca di dedicare un testo così profondo ed emozionante al nostro personale impegnato senza sosta nella battaglia al virus rappresenta uno spiraglio attraverso cui guardare per ritrovare serenità e fiducia verso il futuro. Il nostro sentito ringraziamento va a tutti coloro che hanno partecipato al progetto. La musica è sempre intorno a noi”.

È possibile contribuire alla raccolta fondi con un versamento sul Conto Corrente dell INMI L. Spallanzani

IBAN: IT 75 A 02008 05140 000400005240

Causale: Non è inutile, Donazione a favore dell INMI L. Spallanzani per emergenza Coronavirus