Condividi l'articolo:

Sono momenti come questi che, paura a parte, vanno vissuti fino in fondo.
Perchè i giorni di oggi saranno la storia di domani e quando ci chiederanno cosa è successo, noi potremo raccontare come accade oggi con i nostri anziani che narrano gli anni della guerra con gli occhi pieni di nostalgia e fierezza.

Io sono convinto che ce la faremo e ci rialzeremo, sono certo che le privazioni ci faranno apprezzare maggiormente il benessere e la libertà raggiunti senza i dovuti sacrifici. Ma una cosa va ribadita: dobbiamo dimostrare di essere un popolo unito che lascia da parte ogni divisione ed affronta con intelligenza le indicazioni che arrivano dal governo.
Sono stati fatti degli errori, abbiamo agito in ritardo, molti comunicatori hanno sottovalutato il problema ma non è ora il momento di rinfacciare certi comportamenti dissennati. Arriveranno tempi più tranquilli e sarà allora che chi ha sbagliato dovrà pagare e chi ha creato confusione non potrà fare altro che chiedere scusa.

Abbiamo aiutato il mondo ed ora il mondo ci chiude le porte… Non dimentichiamoci che su questo suolo sono sempre nati i migliori: saremo degni eredi di chi ci ha preceduto e sarà bellissimo tornare a guardare tutti dall’altro.

Perchè noi siamo ITALIANI!!!

Luca Casciani