Condividi l'articolo:

Alle ore 11, per la prima volta nella storia, tutte le radio italiane si uniscono per diffondere insieme l’inno di Mameli e tre splendide canzoni del nostro repertorio.
Siete tutti invitati ad alzare il volume della vostra radio o della vostra TV sul Canale 680, della vostra app o smart-speaker, tutte sintonizzate su RTR 99 CANZONI E PAROLE FUORI DEL CORO.

E naturalmente cantare tutti insieme!

 

LA RADIO PER L’ITALIA
PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA D’ITALIA
TUTTE LE RADIO SI UNISCONO
PER DIFFONDERE L’INNO DI MAMELI E ALTRE TRE CANZONI
DEL NOSTRO PATRIMONIO MUSICALE NAZIONALE
VENERDÌ 20 MARZO ALLE ORE 11.00

Uri, Unione radiofonica Italiana, 1 RO, stazioni di Roma, lunghezza d’onda metri 425…”. Era il 6 novembre del 1924 quando con questo annuncio iniziavano le regolari trasmissioni radiofoniche in Italia.
A quasi cento anni dal primo programma radiofonico, per la prima volta in assoluto nella storia del nostro Paese, tutte le Radio Italiane, nazionali e locali, si uniranno per un’iniziativa di diffusione comune senza precedenti.
Uno strumento di compagnia e di conforto, la cui voce si farà sentire a frequenze unificate, VENERDÌ 20 MARZO ALLE ORE 11.00, quando tutte le radio d’Italia trasmetteranno in contemporanea, anche su tutte le piattaforme Fm, Dab, in televisione e in streaming sui siti e sulle App delle radio, l’Inno di Mameli e tre canzoni che hanno fatto la storia della musica nazionale.
Un’iniziativa straordinaria e unica che vuole dare ancora più forza a tutti gli italiani e all’Italia che deve andare avanti unita, mostrandosi coesa in questo momento di emergenza mondiale.
Un messaggio di unione, partecipazione e connessione, che ha l’auspicio di riunire tutti nello stesso momento di condivisione.

Tutto il Paese è invitato a sintonizzarsi sulla propria stazione radio preferita, quella che accompagna ognuno nella propria quotidianità, ad alzare il volume, ad aprire le finestre e uscire sui balconi per cantare tutti insieme, sventolando il tricolore o mostrando un simbolo dell’Italia, per un momento che sia di riflessione e buona speranza per tutti.

Dopo la messa in onda congiunta delle radio, 70 navi della Marina Militare, in 7 basi navali, per un totale di 5212 uomini e donne facente parte degli equipaggi, suoneranno le sirene di bordo contemporaneamente, per testimoniare la coesione e la partecipazione di tutti, per superare insieme questa difficile situazione.