Condividi:

L’album “IV” dei TOTO compie 40 anni !

 

“IV” è il disco più conosciuto dei Toto, indubbiamente quello che ha portato loro il successo stratosferico su cui da anni si cullano. Effettivamente il disco è annoverabile tra i migliori dischi di sempre, avendo tra l’altro fruttato la bellezza di sei Grammy Awards (tra cui disco dell’anno e canzone dell’anno con “Rosanna”) alla band tra il 1982 e il 1983.

Curiosamente la critica americana,ma anche quella europea,non ha mai amato i Toto, classificati spesso come una band di ottimi session men dediti a un genere misto tra pop e rock.

Spesso si tende ad ignorare che i Toto, dopo aver inciso Toto IV, vennero convocati da Quincy Jones per suonare in molte canzoni di “Thriller”, il top-album di un certo Michael Jackson….

Pregiudizi a parte, questo disco resta uno dei capolavori della musica internazionale.

Toto IV” venne pubblicato nell’aprile del 1982.

Ad aprire le danze (nel vero senso della parola, se avete presente il videoclip) fu Rosanna, prima traccia e primo singolo, uno dei brani più noti della band statunitense. La canzone e’dedicata all’attrice Rosanna Arquette, al tempo fidanzata di Steve Lukather.

La voce nitida di Bobby Kimball, la sezione di fiati, senza dimenticare la parte ritmica di Jeff Porcaro, rendono il brano Rosanna un grande classico degli anni ‘80.

Segue la bellissima Make Believe, di cui mi colpisce sempre, oltre all’intro di pianoforte a metà fra i Beatles ed Elton John, la musicalità del sassofono di Tom Scott.

I Won’t Hold You Back è una piacevole e sdolcinata ballad, scritta dal chitarrista Steve Lukather, mentre il ritmo aumenta in Good for You, altro brano decisamente notevole.

Passando al lato B dell’LP troviamo subito un altro singolo, Afraid of Love. Bel pezzo rock che contribuisce a rendere ancora più variegato un disco già pieno di spunti interessanti.

Lovers in the Night è una sorta di prosecuzione del brano precedente, l’intro di pianoforte di David Paich, che in questo pezzo è anche la voce principale, funge da ponte con Afraid of Love.

Con Waiting For Your Love  i Toto tornano a una delle loro prime passioni, la musica funk, in maniera più manifesta che altrove nel disco.

Waiting For Your Love è sicuramente il miglior brano di “Toto IV” fra quelli cantati da Bobby Kimball, con il pianoforte elettrico sincopato,un bel giro di basso, ma soprattutto la voce, grintosa e potente, consapevolmente la più dotata da madre natura fra quelle del sestetto americano.

Alla fine del disco troviamo l’inossidabile Africa, singolo impeccabile, impreziosito dalle percussioni di Lenny Castro.

Di recente e’ stata creata un’installazione artistica, nel deserto della Namibia, nella quale un lettore mp3 riproduce all’infinito il celebre brano dei Toto. La stessa cosa che avviene nella testa di chi ascolta Africa anche solo per una manciata di secondi.

In definitiva, “Toto IV” è un disco che supera di gran lunga le aspettative, e se pure alcune canzoni possono suonare un po’ datate, oggi, rimangono ancora imbattute per quanto riguarda le sonorità.

 

Paolo Famiglietti

 

Ascolta RTR 99 Canzoni e Parole fuori dal coro
– in FM: a Roma e provincia 99.0, a Latina e Pianura Pontina 94.0, a Rieti e provincia 98.5, a Fondi e Sperlonga 98.1;
– in DAB+ Digital Radio a Roma e provincia, Milano e provincia, in Liguria a Sanremo e Ventimiglia, in Costa Azzurra;
– in TV: in tutto il Lazio sul Digitale Terrestre Canale 680;
– in streaming audio e video su www.rtr99.it;
– sugli Smart-Speaker con gli assistenti vocali Alexa e Google;
– su Smartphone e Tablet con l’app “RTR99”;
– sulle Smart-TV Samsung e LG e su Amazon Fire, Android TV, Apple TV con l’app “RTR99”;
– sui principali aggregatori come RadioPlayer Italia e Tune-In.