Condividi l'articolo:

Sergio Endrigo ha scritto pagine strepitose della musica italiana d’autore e, forse, non ha raccolto tutto quello che meritava.

Il  famoso cantautore di Pola oggi avrebbe compiuto 87 anni.

Nel corso della sua carriera ha collaborato con poeti come Giuseppe Ungaretti, Pier Paolo Pasolini, Vinicius de Moraes e con musicisti del calibro di  Toquinho e Luis Bacalov.

Un uomo discreto che amava solo la musica e la famiglia. Nella sua vita non c’era posto per le chiacchiere o, come diciamo oggi, per il gossip.

Fino ai giorni nostri, Endrigo continua ad avere tanti estimatori della sua arte compositiva che vanno da Malika Ayane a Simone Cristicchi fino a Brunori Sas.

I suoi successi  non hanno nulla da invidiare a quelli di altri grandi della musica italiana, come Gino Paoli, Fabrizio De Andrè o Luigi Tenco.

Ma Sergio Endrigo è stato anche un grande autore di musica per i piu’ piccoli. Chi non conosce la famosissima “Ci vuole un fiore” scritta in collaborazione con Gianni Rodari? Ma ricordiamo con piacere anche canzoni come “La casa” o “Mi ha fatto la mia mamma”.

Sono in pochi invece a sapere che Endrigo fu anche interprete di alcuni fotoromanzi e dei film Tutte le domeniche mattina e Questi pazzi, pazzi italiani.

Scorrendo il lungo elenco di successi di questo grande cantautore italiano, scopriamo le note di Era d’estate, Via Broletto, Aria di neve, Canzone per Te ma, sicuramente, nel tempo la sua Io che amo solo te ha avuto l’onore di essere stata reinterpretata da numerosi artisti tra cui Ornella Vanoni, Mina, Claudio Baglioni, Fiorella Mannoia e, recentemente, da Marco Mengoni e Alessandra Amoroso.

Personalmente sono molto legato al brano Lontano Dagli Occhi, canzone che Sergio Endrigo presentò, nel 1969, al Festival Di Sanremo. Anche in questo caso ci troviamo di fronte una canzone che “porta” bene i suoi anni tanto da meritare la stima di Morgan, che la ricantò nel 2009, e Gianna Nannini che ne fece una sua personalissima versione nel  2014.

Prima di congedarmi  vorrei consigliarvi di tornare a far rivivere l’arte di Sergio Endrigo anche, semplicemente, ascoltandola attraverso le proposte di  RTR 99.

Fatevi prendere dalle emozioni e… buon ascolto!

Paolo Famiglietti