Condividi l'articolo:

Ciao a tutti amici di RTR 99 – Canzoni e Parole Fuori dal Coro. La classifica storica di questa settimana ci porta nel luglio del 1966.

La politica estera domina nelle prime pagine dei quotidiani di quei giorni, con il tristemente noto conflitto tra Stati Uniti e Vietnam. La situazione nel Sud-Est Asiatico si fa sempre più complicata: Ho Chi-Min lancia delle drammatiche sfide agli Stati Uniti e respinge ogni proposta di negoziato. Il segretario delle Nazioni Unite ammonisce il governo di Hanoi a non esercitare rappresaglie sui 34 aviatori americani catturati in battaglia.

In Inghilterra continuano i Campionati del Mondo di Calcio. La Nazionale di Edmondo Fabbri è nella bufera dopo la sconfitta patita con l’Urss del 16 giugno, per 1 a 0, con la rete di Cislenko. I quotidiani parlano di “Squadra smarrita”, di “Tecnico che sbaglia e di giocatori che non lottano”. Non a caso si comincia ad avere timore persino dello scontro con la Corea del Nord del 19 giugno. Inutile dire che le fosche previsioni fossero esatte.

Desta clamore una notizia che sconvolge il mondo del cinema italiano. Il film “Le bambole” arriva in tribunale sotto l’accusa di spettacolo osceno. Due episodi della pellicola (“Monsignor Cupido” di Mauro Bolognini e “La telefonata” di Dino Risi) vengono ritenuti offensivi del “buon costume e del comune sentimento del pudore”. A comparire davanti ai giudici della prima sezione penale del tribunale di Viterbo, oltre ai suddetti registi e al distributore Gianni Hecht Lucari, saranno anche i protagonisti degli episodi: Virna Lisi, Gina Lollobrigida, Nino Manfredi e Jean Sorel.

Venendo alla Hit Parade della settimana, si nota un predominio pressoché totale della musica italiana rispetto a quella estera.

Al primo posto ci sono i Giganti con “Tema”, brano terzo classificato ad “Un disco per l’Estate”, che si conferma maggiore successo proveniente dalla manifestazione di quell’anno.

Secondo è Gianni Morandi con la romantica “Notte di Ferragosto”, canzone che permette al cantante bolognese di conquistare la seconda vittoria al “Cantagiro”. Il simpatico Morandi si permette anche il lusso di figurare in ottava posizione, con uno dei maggiori classici del suo repertorio: “La fisarmonica”. Da rimarcare lo straordinario lavoro del comune arrangiatore dei due singoli, ovverosia il Maestro Ennio Morricone.

Terzo è l’italo-belga Adamo, negli anni di maggiore fortuna discografica nel nostro Paese. Dopo il boom ottenuto nel 1965 con “La notte” è la volta di “Amo”.

Al quarto posto troviamo i Rokes, capitanati da Shel Shapiro, con “Che colpa abbiamo noi”, riuscita cover di “Cheryl’s Going Home” di Bob Lind, tradotta nella nostra lingua da Mogol.

Quinta posizione per la rivelazione dell’anno, Caterina Caselli con “L’uomo d’oro”, brano finalista di “Un disco per l’estate ’66”. Al 45 giri giova anche il consenso del motivo posto sulla facciata B: la famosa “Perdono” (di Mogol e Piero Soffici), con cui la Caselli conquista la vittoria del “Festivalbar”.

Al sesto posto, un altro classico della canzone italiana: “Se telefonando”, splendida melodia firmata dall’indimenticabile Ennio Morricone (col testo di Ghigo De Chiara e Maurizio Costanzo), interpretata in modo inarrivabile da Mina. La canzone viene lanciata come sigla finale dello spettacolo tv “Aria condizionata”, diretto da Stefano De Stefani.

Altra famosa canzone è quella piazzata al settimo posto: “Riderà” (versione italiana di “Fais la rire” di Hervé Vilard, tradotta anche in questo caso da Mogol. Questi è anche autore del motivo in nona posizione: “Io ho in mente te” dell’Equipe 84 di Maurizio Vandelli, versione nostrana di “You Were On My Mind” di Sylvia Fricker, portata al successo negli States da Barry McGuire.

L’unico brano cantato in inglese si trova in decima posizione e permette ai celebrati Beatles di centrare l’ennesimo piazzamento in classifica. Il motivo in questione si intitola “Girl” ed è accreditato – tanto per cambiare – alla premiata coppia John Lennon e Paul McCartney (anche se, da quel che si dice, il brano venne firmato perlopiù da Lennon).

Alla prossima settimana!
David Guarnieri

CLASSIFICA DEI 45 GIRI PIÙ VENDUTI (17 luglio 1966):

  1.   Tema – Giganti (Ri-Fi)
  2. Notte di ferragosto – Gianni Morandi (RCA)
  3. Amo – Adamo (Voce del Padrone)
  4. Che colpa abbiamo noi – Rokes (Arc)
  5. L’uomo d’oro – Caterina Caselli (CGD)
  6. Se telefonando – Mina (Ri-Fi)
  7. Ridera` – Little Tony (Durium)
  8. La fisarmonica – Gianni Morandi (RCA)
  9. Io ho in mente te – Equipe 84 (Ricordi)
  10. Girl – Beatles (Parlophone)