Condividi l'articolo:

HIT PARADE STORY DELL’8 MAGGIO 1965

Ottava puntata della classifica storica di Rtr 99 – Canzoni e Parole Fuori Dal Coro. Questa volta vi parliamo della Hit Parade dei 45 giri dell’8 di maggio del 1965.

Al primo posto si piazza Mina con una splendida interpretazione di “Un anno d’amore”, cover di “C’est irreparable” di Nino Ferrer, da lui lanciata senza successo in Francia. La Tigre di Cremona proviene dal grande consenso avuto quale vedette di “Studio Uno”, lo show diretto da Antonello Falqui, in cui è stata affiancata da Lelio Luttazzi, le Gemelle Kessler, Milly, Paolo Panelli e Luciano Salce.

Secondo è Richard Anthony con “Piangi”, versione italiana di “Boys Cry” di Buddy Kaye, lanciata negli Stati Uniti da Eden Kane. Al terzo posto troviamo la grande voce di Shirley Bassey, con “Goldfinger”, tema dal film “Agente 007 – Missione Goldfinger”, diretto da Guy Hamilton ed interpretato da Sean Connery e Honor Blackman. Quarto è Nini Rosso, accompagnato dalla sua tromba, nella fortunatissima versione de “Il silenzio” (versione riadattata del “Silenzio fuori ordinanza” eseguito nelle caserme).

Altri due temi da film si trovano in quarta e sesta posizione:  “L’uomo che non sapeva amare”, canzone firmata da Elmer Bernstein, dall’omonima pellicola di Edward Dmytryk, interpretata da George Peppard e Carrol Baker. A cantare il brano in italiano, Nico Fidenco. A seguire, “Per un pugno di dollari” di Ennio Morricone, dal film di Sergio Leone, con Clint Eastwood.

L’unica canzone proveniente dal Festival di Sanremo 1965 rimasta in classifica – al settimo posto – è “Io che non vivo (senza te)”, lanciata nel 15a edizione da Pino Donaggio (e da Jody Miller). Il motivo, in quelle settimane, viene inciso nel Regno Unito da Dusty Springfield, che lo tramuterà in un hit mondiale, col titolo di “You Don’t Have To Say You Love Me”.

Ottavo posto per Petula Clark con “Ciao ciao”, versione italiana di un successo internazionale come “Downtown”, che permetterà alla Clark di vincere la seconda edizione del “Festivalbar”. Altra voce femminile in nona piazza con Rita Pavone, grintosa interprete di “Lui”, scritta per lei da Franco Migliacci, Bruno Zambrini e Luis Bacalov. L’interprete torinese conquisterà il Cantagiro 1965 con questa canzone.

A chiudere la top ten è Adriano Celentano. Il “Molleggiato” ripropone alla sua maniera la canzone “Symphonie” di Alex Alstone, lanciata da Marlene Dietrich nel 1945. In italiano, grazie a Miki Del Prete, il brano si intitola “Non mi dir”.

Alla prossima settimana!

David Guarnieri

CLASSIFICA DEI 45 GIRI PIU’ VENDUTI (08 MAGGIO 1965):

  1. Un anno d’amore – Mina (RiFi)
  2. Piangi – Richard Anthony (Columbia)
  3. Goldfinger – Shirley Bassey (Columbia)
  4. Il silenzio – Nini Rosso (Sprint)
  5. L’uomo che non sapeva amare – Nico Fidenco (RCA)
  6. Per un pugno di dollari – Ennio Morricone (RCA)
  7. Io che non vivo (senza te) – Pino Donaggio (Columbia)
  8. Ciao ciao – Petula Clark (Vogue)
  9. Lui – Rita Pavone (RCA)
  10. Non mi dir – Adriano Celentano (Clan)