Condividi:

“HIT PARADE STORY” (06 gennaio 1977)

Buona Epifania a tutte le amiche e a tutti gli amici di “RTR 99 – Canzoni e Parole Fuori dal Coro”. La nostra “macchina del tempo” numero di questo nuovo anno ci porta indietro fino al 6 gennaio del 1977. Vediamo un po’ cosa è successo di importante in quei giorni a livello politico, sportivo, televisivo e musicale. A chiudere, la classifica dei 45 giri più venduti di quella settimana.

La notizia di maggiore rilevanza sui quotidiani dell’epoca riguarda l’incontro negativo tra i sindacati e il Presidente del Consiglio Giulio Andreotti. Il summit avrebbe dovuto chiudersi verso le cinque del mattino, ma è invece terminato poco dopo la mezzanotte del 6 gennaio. Il notevole anticipo con cui si è chiuso l’avvenimento più atteso dell’inizio del 1977 ha immediatamente fatto pensare a una rottura tra le parti. L’incontro era cominciato molto male a causa del “nodo” della “scala mobile” e dello scarso entusiasmo con cui i sindacalisti avevano accolto le proposte di investimenti avanzate dal Ministro delle Partecipazioni Statali, Antonio Bisaglia e dal Ministro dei Lavori Pubblici, Antonio Pietro Gullotti. Un coro di proteste ha accolto l’annuncio, dato da Bisaglia, di “un forte ricorso alla Cassa integrazione guadagni” per la Finmeccanica, cioè per l’Alfa Romeo. l’Alfa Sud e l’Alitalia. L’annuncio viene dato dai ministri finanziari, che sono stati i primi a lasciare lo studio di Andreotti, riguardo un “esito interlocutorio” e di possibili “nuove riunioni al ministero del Bilancio su singoli problemi” ha suscitato sorpresa ma anche un senso di delusione.

Dodicesima giornata del girone d’andata del Campionato di Calcio di Serie A 1976-’77. L’incontro clou è rappresentato dal match tra il Napoli di Bruno Pesaola e la Juventus di Giovanni Trapattoni, chiusosi sul risultato di 0 a 2, con le reti di Roberto Boninsegna e Gaetano Scirea. La Juventus vince a tavolino per 2 a 0 a causa di un lancio di oggetti da parte dei tifosi partenopei, che colpisce il guardalinee, sig. Binzagi. La Roma di Nils Liedholm batte la Sampdoria di Eugenio Bersellini per 3 a 0, con le reti di Giuliano Musiello e la doppietta di Agostino Di Bartolomei. L’Inter di Giuseppe Chiappella travolge il Bologna di Gustavo Giagnoni per 5 a 1, con le doppiette di Carlo Muraro e Adriano Fedele e il goal di Sandro Mazzola (rete bolognese della “bandiera” di Sergio Fedele su calcio di rigore). Festival del goal tra il Torino di Gigi Radice e la Lazio di Luis Vinicio, che pareggiano 3 a 3: doppietta di Sergio Garlaschelli, reti di Luigi Martini, Claudio Sala, Renato Zaccarelli e Roberto Salvadori. Pareggi per 0 a 0 per Milan-Verona e Perugia-Fiorentina.

Estrazione dei premi legati alla “Lotteria Italia” 1976-’77, abbinata al programma televisivo “Chi?”, condotto da Pippo Baudo. A Milano vanno i 200 milioni del primo premio, con il biglietto serie M. 31310, che ha vinto grazie a Liliana Mazzari, prima classificata tra i concorrenti del gioco televisivo. II secondo premio di 150 milioni è andato a Roma: Il biglietto serie O 35668 era abbinato a Simona Benucci (seconda piazzata); terzo premio per il biglietto serie Al 34349 (125 milioni) venduto a Napoli, abbinato a Silvano Rocchi. In questa edizione della “Lotteria Italia” si sono venduti 6 milioni 234 mila 286 biglietti. Malgrado il buon risultato di vendita dei biglietti, regna il malcontento per ciò che riguarda “Chi?”, lo spettacolo televisivo legato alla lotteria dei milioni: sono molti i telespettatori a rimpiangere il fasto e i lustrini di “Canzonissima”. Per quel che riguarda la serata finale della trasmissione, gli ospiti d’onore sono il simpatico Macario, che si esibisce insieme a Marina Fabbri, soubrette del suo spettacolo “Anche le figlie di Maria portano i Jeans”, e la sempre fascinosa Ornella Vanoni che presenta il suo nuovo singolo, intitolato “Più” (interpretato assieme a Gepy).

La classifica dei 45 giri più venduti nella settimana di inizio 1977 vede una perfetta parità tra brani italiani e quelli internazionali.
Al primo posto c’è Gianni Morandi con la simpatica “Sei forte papà”, scritta da Stefano Jurgens e Bruno Zambrini, sigla finale della trasmissione tv “Rete 3”, diretta da Enzo Trapani, con lo stesso Morandi, affiancato da Ombretta Colli, Olimpia Di Nardo, Arnoldo Foà e Giuseppe Pambieri.
Seconda posizione per Lino Toffolo con la divertente “Johnny Bassotto”, firmata da Bruno Lauzi e Pippo Caruso, sigla del programma tv “Anteprima di Chi?”, condotto da Pippo Baudo.
Terzo posto per Rick Dees & His Cast Of Idiots e la spumeggiante “Disco Duck”, brano ballabile ispirato al famoso “The Duck” di Jackie Lee. A dare la voce al simpatico papero (che ricorda ovviamente il celebre Paperino) è Ken Pruitt.
La quarta posizione è detenuta dalla movimentata “Don’t Go Breaking My Heart”, scritta da Bernie Taupin ed Elton John ed interpretata da quest’ultimo assieme all’amica Kiki Dee. Il motivo riesce a piazzarsi al primo posto sia nel Regno Unito che negli Stati Uniti.
La “disco” impera anche in quinta posizione con “Daddy Cool”, motivo che lancia in grande stile i Boney M., tratto dal primo album del gruppo tedesco/caraibico intitolato “Take The Heat Off Me”.
In sesta piazza, un insieme di musica da discoteca abbinata al reggae è rappresentato dalla vivace “Nice And Slow” del musicista giamaicano Jesse Green, anch’esso ben piazzato in quasi tutta Europa.
Settimo posto per Iva Zanicchi con “Mammatutto”, cover della canzone “Maman Bonheur” di Jean Broussolle e Jean Kluger, tradotta in italiano da Alberto Testa (lanciata allo “Zecchino d’Oro” 1976 da Natalie Shura), interpretata con la consueta bravura dalla cantante emiliana.
Ottavo posto per la ritmata “Ali Shuffle”, proposta con particolare grinta dal cantante americano Alvin Cash.
La nona posizione è detenuta da Daniela Goggi con la ben nota “Oba-ba-luu-ba” (firmata da Franco Pisano e Castellano e Pipolo), sigla iniziale della trasmissione tv “Due ragazzi incorreggibili”, di cui la Goggi è show-girl accanto ai due conduttori, Franco Franchi e Ciccio Ingrassia, diretti da Romolo Siena.
A chiudere la top ten in decima posizione sono i Pooh con la romantica “Linda”, scritta da Roby Facchinetti e Valerio Negrini, tratta dal nono album della band, intitolato “Poohlover”.

Appuntamento alla prossima settimana!

David Guarnieri

 

CLASSIFICA DEI 45 GIRI PIÙ VENDUTI (06 gennaio 1977):

1. Sei forte papà – Gianni Morandi (RCA)
2. Johnny Bassotto – Lino Toffolo (RCA)
3. Disco Duck – Rick Dees & His Cast Of Idiots (RSO)
4. Don’t Go Breaking My Heart – Elton John & Kiki Dee (Rocket)
5. Daddy Cool – Boney M. (Durium)
6. Nice And Slow – Jesse Green (EMI)
7. Mammatutto – Iva Zanicchi (Ri-Fi)
8. Ali Shuffle – Alvin Cash (Brunswick)
9. Oba-ba-luu-ba – Daniela Goggi (CGD)
10. Linda – Pooh (CBS)

 

Ascolta RTR 99 Canzoni e Parole fuori dal coro
– in FM: a Roma e provincia 99.0, a Latina e Pianura Pontina 94.0, a Rieti e provincia 98.5, a Fondi e Sperlonga 98.1;
– in DAB+ Digital Radio a Roma e provincia, a Milano e provincia, in tutta l’Umbria;
– in TV: a Roma e Provincia sul Digitale Terrestre Canale 87;
– in streaming audio e video su www.rtr99.it;
– sugli Smart-Speaker con gli assistenti vocali Alexa e Google;
– su Smartphone e Tablet con l’app “RTR99”;
– sulle Smart-TV Samsung e LG e su Amazon Fire, Android TV, Apple TV con l’app “RTR99”;
– sui principali aggregatori mondiali.