Condividi:

HIT PARADE STORY (05 novembre 1983)

Ciao a tutte le amiche e a tutti gli amici di “RTR 99 – Canzoni e Parole Fuori dal Coro”. La nostra macchina del tempo ci porta indietro all’inizio di novembre del 1983.

 

La politica estera domina sulle prime pagine dei quotidiani dell’epoca. È sempre più tesa la situazione in Libano. Continuano i combattimenti tra la setta dei Drusi e l’Esercito Libanese: a Beirut, un ufficiale italiano rimane ferito da una pallottola vagante durante uno scontro fra l’Esercito Libanese e i Guerriglieri Sciiti. Un soldato libanese è stato ucciso nello Chouf, dove si sono registrati dei duelli di artiglieria fra l’Esercito e i Guerriglieri Drusi, secondo le notizie riferite dalla Radio Falangista, che sottolinea i drammatici scontri avvenuti tra i militari a Suq El Gharb e i villaggi Drusi di Baysour e Kabr Shmoun.

 

Di tutt’altra natura le notizie che riguardano il mondo calcistico in Italia. C’è viva attesa per l’ottava giornata del Campionato di Calcio di Serie A, contrassegnata dai derby della Mole e della Madonnina. Sampdoria-Genoa finisce alle 2 a 0 (con autorete di Claudio Faccenda e goal di Roberto Mancini); l’incontro tra Inter e Milan viene vinto dalla squadra nerazzurra per 2 a 0 (con le reti di Fulvio Collovati e Hansi Müller); la Juventus batte il Verona 3 a 1 (con i goal di Zibì Boniek, Paolo Rossi (doppietta) e Giuseppe Galderisi); l’Udinese supera la Roma 1 a 0 (rete di Zico); Lazio-Avellino termina 2 a 1 (reti di Bruno Giordano, Mauro Meluso e Dante Bertoneri).

 

L’attrice francese Fanny Ardant si trova in quei giorni a Roma per l’uscita del film “Finalmente domenica”, commedia sofisticata diretta da François Truffaut, che si propone anche in veste di attore. L’affascinante attrice francese è legata sentimentalmente al regista (premio Oscar) da quanto girò per lui “La signora della porta accanto”. La Ardant sarà protagonista di alcuni film che usciranno in Italia nel 1984. Tra questi, “Benvenuta” di André Delvaux (interpretato con Vittorio Gassman) e “Un amore di Swann”, dal romanzo di Marcel Proust, diretto da Volker Schlöndorff ed interpretato assieme a Jeremy Irons, Ornella Muti e Alain Delon.

 

La classifica dei singoli più venduti nella settimana del 5 novembre 1983 vede una netta predominanza di motivi cantati in lingua inglese rispetto a quelli interpretati in italiano (sette a tre).

Al primo posto c’è Irene Cara, ottima interprete del successo del momento: “Flashdance… What A Feeling”, tema principale del fortunatissimo film “Flashdance” (con la regia di Adrian Lyne e l’interpretazione di Jennifer Beals e Michael Nouri), di cui la Cara è autrice assieme a Keith Forsey e il nostro Giorgio Moroder.

Seconda posizione per “Paris Latino” dei Bandolero (brano firmato da Carlos e Josè Perez), divertente canzone che riesce a piazzarsi nei primi posti delle classifiche internazionali.

Terzo è un altro successo mondiale come “Moonlight Shadow” del musicista britannico Mike Oldfield, che si avvale della notevole prestazione vocale di Maggie Reilly.

In quarta piazza si trovano i lanciatissimi Culture Club, band inglese guidata da Boy George, con uno dei loro maggiori successi, “Karma Chameleon”.

La quinta posizione è ad appannaggio di Paul McCartney e Michael Jackson con la grintosa “Say, Say, Say”, brano tratto dall’album di “Macca” intitolato “Pipes Of Peace”.

Al sesto posto c’è Mina con “Devi dirmi di sì”, una bella canzone firmata da Massimiliano Pani, Piero Cassano e Valentino Alfano, lanciata come sigla finale della trasmissione tv della Rete 1 “30 anni della nostra storia”, ideata da Carlo Fuscagni e condotta dall’indimenticato Paolo Frajese.

Settimo è Scialpi, rivelazione dell’estate 1983 con l’aggressiva “Rocking Rolling”, da lui firmata assieme al suo “mentore” Franco Migliacci.

Ottavo posto per i Genesis con “Mama”, uno dei motivi di maggiore rilevanza dell’album “Genesis” della band britannica, formata da Phil Collins, Anthony Banks e Mike Rutheford.

In nona posizione si trova Gazebo con l’orecchiabile “Lunatic”, motivo lanciato nella recente “Mostra Internazionale di Musica Leggera” di Riva del Garda.

A chiudere la top ten c’è Gigi Sabani con la simpatica “A me mi torna in mente una canzone”, sigla iniziale di “Premiatissima ’83”, show del sabato sera di Canale 5, condotto da Johnny Dorelli con Amanda Lear, Nadia Cassini, Gigi e Andrea e lo stesso Sabani.

 

Alla prossima settimana!

David Guarnieri

 

 

CLASSIFICA DEI 45 GIRI PIÙ VENDUTI (05 novembre 1983)

  1. .. What A Feeling – Irene Cara (Casablanca)
  2. Paris Latino – Bandolero (Virgin)
  3. Moonlight Shadow – Mike Oldfield (Virgin)
  4. Karma Chameleon – Culture Club (Virgin)
  5. Say, Say, Say – Paul McCartney & Michael Jackson (Parlophone)
  6. Devi dirmi di sì – Mina (PDU)
  7. Rocking Rolling – Scialpi (RCA)
  8. Mama – Genesis (Vertigo)
  9. Lunatic – Gazebo (Baby Records)
  10. A me mi torna in mente una canzone – Gigi Sabani (Baby Records)

 

 

Ascolta RTR 99 Canzoni e Parole fuori dal coro
– in radio: a Roma e provincia su FM 99.0 e in DAB+; a Latina e provincia su FM 94.0; a Rieti e provincia su FM 98.5; a Fondi e Sperlonga su FM 98.1
– in streaming audio e video su www.rtr99.it;
– sugli Smart Speaker Amazon e Google, con gli assistenti vocali Alexa e Google;
– sull’app gratuita “RTR 99” per smartphone, tablet, Amazon Fire;
– sulle Smart-TV con l’app “RTR 99” oppure su Tune-In;
– sui principali aggregatori come Radio Player Italia e FM-World.