Condividi:

HIT PARADE STORY (23 dicembre 1971)

Ciao a tutte le amiche e a tutti gli amici di “RTR 99 – Canzoni e Parole Fuori dal Coro”. Questa volta, la “macchina del tempo” ci porta indietro fino al periodo natalizio del 1971. Vediamo cosa è successo a livello politico, sportivo, televisivo e musicale, con la classifica dei 45 giri più venduti del 23 dicembre 1971.

La notizia di maggiore rilevanza è l’elezione di Giovanni Leone quale Presidente della Repubblica Italiana. Dopo sedici giorni dalla prima votazione, il 24 dicembre 1971 al 23º scrutinio, Leone viene eletto con 518 voti su 1008 “grandi elettori”, contro le 408 preferenze di Pietro Nenni.
Il neo-eletto Presidente, di fronte all’assemblea dei deputati e dei senatori, il giurerà fedeltà alla Repubblica mercoledì 29 alle ore 10 a Montecitorio. La formula è brevissima: “Giuro di essere fedele alla Repubblica e di osservare la Costituzione”. Dopo aver pronunciato queste parole, Leone entrerà nella pienezza delle sue funzioni. Il presidente della Camera, Sandro Pertini, gli cederà il posto d’onore al centro del palco. Leone leggerà il messaggio di insediamento, poi lascerà Montecitorio, salirà con il presidente del Consiglio Emilio Colombo su una vettura presidenziale scortata dai corazzieri e, dopo una breve sosta in piazza Venezia per il saluto del sindaco di Roma Clelio Darida, e raggiungerà il Quirinale, dove verrà accolto dal presidente uscente Giuseppe Saragat: i due si scambleranno un breve saluto, poi Leone si insedierà al Quirinale.

Undicesima giornata del Campionato di Calcio di Serie A 1971-’72. Il Milan vince 2 a 0 contro il Verona (doppietta di Albertino Bigon); la Juventus regola il Mantova con un 2 a 1 (doppietta di Pietro Anastasi e rete della bandiera di Paolo Nuti); la Roma batte il Bologna 1 a 0 (goal di Walter Franzot); Atalanta-Torino, Catanzaro-Napoli e Fiorentina-Inter terminano tutte e tre 0 a 0. La classifica vede in testa la Juventus a quota 19 punti, seguita dal Milan a 17, Torino e Fiorentina a 14 e Inter, Cagliari e Roma a 13.

Nonostante le feste di Natale al Teatro delle Vittorie di Roma si comincia a preparare la finale di “Canzonissima, che andrà in onda “in diretta” per l’intera serata del 6 gennaio 1972 sul Canale Nazionale, con la conduzione di Corrado e Raffaella Carrà e la partecipazione di Alighiero Noschese. Gli ospiti d’onore saranno: Vittorio De Sica (è prevista la sua interpretazione di “Munasterio ‘e Santa Chiara”), Ottavia Piccolo, che ballerà con la Carrà, Serge Reggiani, che canterà “Figlia mia”, un successo francese tradotto in italiano da Bruno Lauzi e Catherine Spaak, che proporrà “La ballata di Canzonissima”. Scelti gli otto cantanti finalisti che si contenderanno la palma della vittoria: Orietta Berti (con “Città verde”), Nicola Di Bari (“Chitarra suona più piano”), Rosanna Fratello (“Sono una donna, non sono una santa”), Massimo Ranieri (“Via del Conservatorio”), Mino Reitano (“Ciao, vita mia”), Ornella Vanoni (“Il tempo d’impazzire”), Claudio Villa (“La cosa più bella”) e Iva Zanicchi (“Coraggio e paura”).

La classifica dei singoli più venduti nella settimana del 23 dicembre 1971, presenta un innegabile successo per le canzoni interpretate in italiano: otto contro due motivi internazionali.
Al primo posto c’è Lucio Battisti con “La canzone del sole”, firmata ovviamente assieme a Mogol. Il brano permette al compositore/cantante reatino di inaugurare personalmente il fortunatissimo percorso discografico con l’etichetta Numero Uno.
Secondo posto per Mina con “Uomo”, una bella canzone di Luigi Albertelli ed Enrico Riccardi, assai bene interpretata dalla “Tigre di Cremona”. A contribuire all’affermazione del disco, anche il lato b, intitolato “La mente torna”, firmato anche in questo caso da Mogol/Battisti.
Terza posizione per i Pooh con “Pensiero”, famosa canzone firmata da Roby Facchinetti e Valerio Negrini, che permette alla band di confermare l’affermazione dell’estate 1971 con “Tanta voglia di lei”.
La quarta posizione è ad appannaggio di Raffaella Carrà con “Chissà se va”, divertente canzone di Franco Pisano e Castellano & Pipolo, sigla iniziale della già citata e fortunata “Canzonissima ’71”.
Quinto posto per Ornella Vanoni, ottima interprete di “Domani è un altro giorno”, versione italiana di “The Wonders You Perform”, un brano lanciato negli Stati Uniti, senza particolari riscontri, da Tammi Wynette.
La sesta posizione vede protagonisti gli spagnoli Pop Tops con “Mamy Blue”, un brano di Hubert Giraud e Phil Trim, interpretata nello stesso periodo anche da Johnny Dorelli, Nicoletta, Daydé, Dalida, Johnny Whittaker e da una giovanissima Ivana Spagna.
Settimo è Massimo Ranieri con la struggente “Io e te”, composta da Ennio Morricone e Daniele Pace, tema d’amore dal film “Metello” di Mauro Bolognini, interpretato dallo stesso Ranieri con Ottavia Piccolo, Lucia Bosè e Tina Aumont.
Ottavo posto per il brioso e malizioso “Tuca Tuca”, ballo lanciato da Raffaella Carrà in “Canzonissima ’71”, scritto per lei da Franco Pisano e Gianni Boncompagni.
Nona posizione per la meravigliosa “Imagine” di John Lennon, eseguita dal celebre cantautore britannico assieme a sua moglie Yoko Ono e alla loro band “Plastic Ono Band”. Il motivo fa parte dell’omonimo album, ben piazzato nelle maggiori Hit Parade a livello mondiale.
A chiudere la top ten in decima posizione è Milva, che torna in classifica dopo qualche anno di assenza con “La filanda”, cover di un famoso motivo portoghese di Alberto Janes, intitolato “É Ou Não É?”, lanciato dalla grande Amalia Rodriguez. A curare la versione italiana del brano, Vito Pallavicini.

Ci ritroviamo la prossima settimana!
Buon Natale!!!!
David Guarnieri

 

 

CLASSIFICA DEI 45 GIRI PIÙ VENDUTI (23 dicembre 1971):

1. La canzone del sole – Lucio Battisti (Numero Uno)
2. Uomo – Mina (PDU)
3. Pensiero – Pooh (CGD)
4. Chissà se va – Raffaella Carrà (RCA)
5. Domani è un altro giorno – Ornella Vanoni (Ariston)
6. Mamy Blue – I Pop Tops (Rare)
7. Io e te – Massimo Ranieri (CGD)
8. Tuca Tuca – Raffaella Carrà (RCA)
9. Imagine – John Lennon (Apple)
10. La filanda – Milva (Ricordi)

 

 

Ascolta RTR 99 Canzoni e Parole fuori dal coro
– in FM: a Roma e provincia 99.0, a Latina e Pianura Pontina 94.0, a Rieti e provincia 98.5, a Fondi e Sperlonga 98.1;
– in DAB+ Digital Radio a Roma e provincia, a Milano e provincia;
– in TV: a Roma e Provincia sul Digitale Terrestre Canale 87;
– in streaming audio e video su www.rtr99.it;
– sugli Smart-Speaker con gli assistenti vocali Alexa e Google;
– su Smartphone e Tablet con l’app “RTR99”;
– sulle Smart-TV Samsung e LG e su Amazon Fire, Android TV, Apple TV con l’app “RTR99”;
– sui principali aggregatori mondiali.