Condividi l'articolo:

HIT PARADE STORY DEL 10 APRILE 1986

Aprile 1986: a tenere banco sui quotidiani, la politica estera, in particolare il conflitto tra Stati Uniti e Libia. Il Presidente americano Ronald Reagan rivela l’esistenza di “notevoli prove” del coinvolgimento libico in azioni terroristiche. Reagan dichiara di approvare in via di principio un’azione di “rappresaglia militare” contro il paese di Gheddafi. Di contro, l’agenzia Sovietica “Tass” afferma che gli U.S.A si scagliano contro la Libia perché “la sua politica indipendente irrita la Casa Bianca, tra l’altro, senza avere prove effettive dell’implicazione di Tripoli negli atti di terrorismo”.

In tv, Pippo Baudo regna sovrano con il suo show “Serata d’onore”, in onda, il sabato sera, in diretta da Montecatini Terme. Accanto a lui, Heather Parisi. Il tema della puntata settimanale (relativa al 10 aprile 1986) è la danza. Baudo ospita, tra gli altri, Carla Fracci, Georghe Jancu, Daniel Ezralow, il balletto del Moulin Rouge, Alice ed Ellen Kessler e Lorella Cuccarini (che si esibisce anche con la Parisi, sua rivale da sempre).

La classifica dei singoli più venduti del 10 aprile 1986 conferma il buon esito commerciale del Festival di Sanremo ’86, manifestazione che vede ben piazzate alcune canzoni: la vincitrice “Adesso tu”, cantata da Eros Ramazzotti (terzo posto), “Lei verrà” di Mango (sesta), “È tutto un attimo” della sempre più bella e brava Anna Oxa (settima) e “Senza un briciolo di testa”, con cui Marcella conquistò meritatamente una medaglia di bronzo (nona). Da segnalare il quinto posto di Loretta Goggi con “Io nascerò”, sigla della kermesse sanremese di 34 anni fa, che la vide splendida padrona di casa.

La musica internazionale è ben rappresentata da cinque successi. A guidare la Hit Parade è Sting con “Russians”, uno dei suoi brani più famosi (tratto dal primo album solista, intitolato “The Dream Of The Blue Turtles”). Secondo è Joe Cocker, con la travolgente “You Can Leave Your Hat On” (firmata da Randy Newman e da lui lanciata senza successo nel 1972), tema dal fortunatissimo film “Nove settimane e mezzo”, diretto da Adrian Lyne ed interpretato da Mickey Rourke e Kim Basinger. Quarti sono gli svizzeri Double, con il loro unico successo (The Captain Of Her Heart), mentre ottava è Dionne Warwick affiancata da altre tre star: Elton John, Gladys Knight e Stevie Wonder. I quattro interpretano magistralmente il brano “That’s What Friends Are For”, firmata da Burt Bacharach (le vendite del brano vennero devolute all’Associazione Nazionale per la Ricerca sull’AIDS). Chiude la classifica in decima posizione il grande David Bowie con la sofisticata “Absolute Beginners”, tema dal film omonimo, per la regia di Julian Temple, interpretato dallo stesso Bowie e da altri colleghi come Patsy Kensit, Sade e Sandie Shaw.

Alla prossima settimana!

David Guarnieri

CLASSIFICA DEI 45 GIRI PIÙ VENDUTI (10 APRILE 1986)

  1. Russians – Sting (A&M)
  2. You Can Leave Your Hat On – Joe Cocker (Capitol)
  3. Adesso Tu – Eros Ramazzotti (DDD)
  4. The Captain Of Her Heart – Double (Metronome)
  5. Io Nascerò – Loretta Goggi (Fonit Cetra)
  6. Lei Verrà – Mango (Fonit Cetra)
  7. È Tutto Un Attimo – Anna Oxa (CBS)
  8. That’s What Friends Are For – Dionne Warwick & Friends (Arista)
  9. Senza Un Briciolo Di Testa – Marcella (CBS)
  10. Absolute Beginners – David Bowie (Virgin)