Condividi l'articolo:

HIT PARADE STORY (1a puntata del 13 marzo 2020)

Ciao a tutti, amici di RTR 99 – Canzoni e Parole Fuori Dal Coro,
da questa settimana parte una nuova rubrica, denominata “Hit Parade Story”, nella quale, settimanalmente, vi proporremo una classifica storica, saltando qua e là nel corso del tempo.

Per la prima puntata rendiamo omaggio all’anno che vide – per la prima volta – presente nei palinsesti radiofonici, la Hit Parade settimanale. Venerdì 6 gennaio 1967, alle ore 12.30, sul Secondo Canale, parte la vetrina dedicata ai successi del momento, condotta da Lelio Luttazzi.

La classifica del 13 marzo 1967 presenta sei motivi provenienti dalla XVII edizione del Festival di Sanremo. A guidare la top ten c’è Little Tony con la celebre “Cuore matto”, seguito da Antoine e le sua “Pietre” (scritta dal partner sanremese Gian Pieretti e da Ricky Gianco). Quarti i Giganti con la famosa “Proposta” (medaglia di bronzo al Festival) e quinta è “L’immensità” nella versione di Johnny Dorelli, che supera abbondantemente le vendite di Don Backy (autore assieme a Mogol e Detto Mariano). A seguire, in sesta piazza, la canzone di Orietta Berti, intitolata “Io, tu e le rose”, legata spiacevolmente alla scomparsa di Luigi Tenco (da lui citata nel famoso biglietto trovato nella stanza d’albergo dopo la sua scomparsa). Il cantautore genovese si piazza all’ottavo posto con la  celebre “Ciao amore, ciao”. Da notare, per quel che riguarda la top 10, l’assenza del brano vincente del Sanremo 1967, “Non pensare a me”, sia nella versione di Claudio Villa che in quella di Iva Zanicchi.

Gli unici quattro singoli a salvarsi dall’ondata sanremese sono: “Un mondo d’amore” di Gianni Morandi (in quei mesi impegnato negli obblighi di leva), che si avvale della promozione avuta dal programma “Giovani” (di Gian Paolo Cresci), di cui è sigla. Altra sfida interessante è quella degli eterni rivali Beatles-Rolling Stones. I Fab Four sono settimi con la delicata “Penny Lane”, mentre Mick Jagger e compagni si piazzano noni con l’aggressiva “Let’s Spend The Night Together”. A chiudere la decina di successi, la romanticissima “Lara’s Theme”, colonna sonora del leggendario film “Il dottor Zivago” (interpretato da Omar Sharif e Julie Christie), presente nella classifica nella versione originale di Maurice Jarre, supportato dal coro della MGM. Il motivo è tra i più popolari del periodo e si trova al di sotto del decimo posto anche nelle versioni di Bob Mitchell (Augusto Martelli) e in quelle interpretate in italiano da Orietta Berti e da Rita Pavone (col titolo di “Dove non so”).

Alla prossima settimana. Grazie a tutti!
David Guarnieri

Classifica del 13 marzo 1967

  1. Cuore matto – Little Tony (Durium)
  2. Pietre – Antoine (Vogue)
  3. Un mondo d’amore – Gianni Morandi (RCA)
  4. Proposta – Giganti (RiFi)
  5. L’immensità – Johnny Dorelli (CGD)
  6. Io, tu e le rose – Orietta Berti (Polydor)
  7. Penny Lane – Beatles (Parlophone)
  8. Ciao amore, ciao – Luigi Tenco (RCA)
  9. Let’s spend the night together – Rolling Stones (Decca)
  10. Theme from “Dr. Zhivago” – Soundtrack (MGM)