Condividi l'articolo:

Tra le immagini che restano degli anni ’80, la capigliatura bionda di Daryl Hall e il baffo folto di John Oates, hanno un posto di tutto rispetto. Ma la loro non fu solo apparenza: “Quello non fu il nostro migliore momento”, confessa John Oates in una intervista  a Repubblica.

Gli anni 80 non erano tutte rose e fiori. Sembrerà strano, ma ci godiamo il presente. Solo adesso, dopo oltre 40 anni di carriera, siamo nel completo controllo della nostra musica e degli affari. Prendiamo in completa autonomia le decisioni, portiamo avanti con successo le nostre carriere solistiche.

John Oates,classe 1948, nasce a New York ed è, insieme a Daryl Hall il duo di maggior successo della storia del rock, secondo  l’autorevole rivista Billboard.

Il baffuto componente del duo, compie oggi 72 anni.

In pochi anni Hall &Oates hanno piazzato sei numero uno nella Hot 100, guadagnato sette album di platino, sei d’oro e 34 hit complessive nelle chart americane e vendendo qualcosa come 60 milioni di dischi nel mondo!

Nati artisticamente negli anni 70, i due musicisti si sono distinti per una combinazione riuscita tra il rock e il rhythm and blues, con una forte connotazione melodica, che presto fu etichettata “rock and soul“.

Tanti i brani fondamentali della loro carriera: da Private Eyes a Maneater  passando per  Kiss On my List e Out Of Touch.

Ottimo successo anche in Italia, a tal punto che nel 1982 Ron incise Hai capito o no?, cover in italiano della loro I Can’t Go For That (No I Can Do). Dice John Oates: “C’è una cosa di cui abbiamo un grande rimpianto: non essere riusciti mai a suonare in Italia. Siamo stati varie volte per trasmissioni televisive o al festival di Sanremo (furono ospiti nel 1982). Speriamo che un giorno si riesca a venire in Italia per un tour“.

E allora, quale miglior augurio di buon compleanno, se non quello di vedere sui palchi italiani la musica dei mitici Hall & Oates?

Auguri, John!

Paolo Famiglietti