Condividi l'articolo:

Compie 40 anni una delle colonne sonore che ha  caratterizzato la storia del cinema e della musica.

Blues Brothers e’ un film straordinario uscito nelle sale cinematografiche 40 anni fa e la sua colonna sonora (pubblicata il 20 giugno 1980),rappresenta ancora al presente il mix perfetto tra  canzoni indimenticabili e immagini iconiche.

Il film, diretto da John Landis, è totalmente imbevuto del più trascinante  rhythm & blues, rock e soul, senza trascurare una divertente incursione nel country & western.

I protagonisti della pellicola, gli attori comici John Belushi e Dan Aykroid, nel film, si ingegnano per salvare l’orfanotrofio dove erano cresciuti  decidendo di organizzare una riunione del loro gruppo blues e di fare concerti in giro per i locali, al fine di raccogliere i soldi necessari per evitarne la chiusura.

Tornando alla colonna sonora,11 brani in tutto, ma che condensano la grande tradizione musicale americana.

Un classico, dal forte sapore blues, e’ She Caught The Katy ,interpretato da John Belushi e impreziosito dall’armonica di Dan Aykroid. Si prosegue con Shake A Tail Feather del grande Ray Charles, canzone accompagnata da uno dei balletti piu’ esilaranti. Poi c’e’ Think, splendidamente rivisitata da Aretha Franklin e The Old Landmark dove James Brown trasforma una funzione religiosa in una sorta di sala da ballo impazzita!

Non possiamo dimenticare un brano favoloso come Everybody Needs Somebody To Love, canzone lanciata negli anni ’60 da Solomon Burke,che, nel film, rivive grazie ad una scoppiettante versione della Blues Brothers Band.

Da non trascurare anche il “recupero” di un classico firmato da Henry Mancini, Peter Gunn Theme, dove il rock moderato del famoso compositore americano mette, per cosi’ dire, la ciliegina sulla torta.

A rendere questa colonna sonora e questo film del 1980 un’icona mondiale, serviva un look riconoscibile per i due “fratelli blues” ed è nata così la divisa da finti uomini d’affari, completo nero con cravatta nera e camicia bianca, occhiali e cappello nero (che non si toglievano mai, neanche nella sauna), che sarebbe stata adottata  poi moltissime altre volte, sino ai giorni nostri, come nel programma televisivo di successo “Le Jene“.

Il 6 agosto 2004, dopo un lungo sondaggio, la BBC ha dichiarato la colonna sonora di Blues Brothers come la più bella della storia del cinema, grazie anche all’incredibile e irripetibile cast di giganti della storia della musica che vi parteciparono in doppia veste di cantanti e attori!

Paolo Famiglietti