Condividi l'articolo:

A Velletri, nel cuore dei Castelli Romani, il 25 marzo alle ore 18.00, presso il Teatro Artemisio Gian Maria Volonté, l’imperdibile data zero che anticipa il nuovo tour del BANCO (manifesto allegato).
Biglietti online con www.boxofficelazio.it

Banco 2.0
“…Ci sono quelli che perdono, ma che non si perdono, imperfetti, indistruttibili, costretti a essere liberi.
Sai che cosa c’è?
Hanno una specie d’animar, che è sacra come raggi di sole. […]
Magari che ci fosse l’anima, in mezzo al minimo che c’è,
sta in questa specie di giocattolo che siamo noi.”
(Banco “Magari Che” – il 13, 1994)

Riparte il BANCO, per il suo 45esimo anno di attività, con una nuova stagione di concerti che celebreranno le tappe fondamentali del repertorio della band. Riparte con uno sguardo al futuro, un nuovo e monumentale progetto discografico alle porte, una nuova formazione, che ruota intorno alla figura di Vittorio Nocenzi, fondatore e da sempre Deus Ex Machina del Banco, compositore della musica e coautore dei testi insieme all’indimenticabile Francesco Di Giacomo, ritenuto dalla critica specializzata uno dei più importanti tastieristi europei.
Con lui la chitarra di Filippo Marcheggiani, nel Banco da più di vent’anni, ormai uno storico pilastro della band a tutti gli effetti, che ha raccolto lo scettro dell’immenso Rodolfo Maltese, avendo incentrato da anni la sua carriera musicale sul Banco e sul suo progetto solista Effemme.
Nico Di Già, la seconda chitarra da ormai quattro stagioni, vanta diverse collaborazioni con importanti artisti, oltre ad essere stato produttore del Balletto di Bronzo.
Marco Capozi al basso, volto noto ai fan del prog per la sua militanza nel Balletto di Bronzo,  con il quale ha registrato il DVD “Live in Rome”.
Augusto Zanonzini, batterista, dal 1990 ad oggi collabora con artisti di varia estrazione, spaziando fra blues, rock e funk, essendo batterista di Mark Hanna Band.
E infine la voce di Tony D’Alessio, famoso al grande pubblico per la sua partecipazione a X Factor 2013, ma da anni nell’orbita Banco (era la voce della band metal prog Scenario di Marcheggiani), e che raccoglie la pesante eredità di Francesco Di Giacomo, senza mai scadere nell’emulazione, tracciando invece una linea stilistica personale, nel segno della continuità ma anche del rinnovamento.
Un Banco “2.0” che guarda al passato con un piede nel futuro, con nuovi importanti progetti discografici e soprattutto la voglia di stare con la sua gente regalando loro un grande live, genuino e puro, alla BANCO.