Condividi l'articolo:

Un’artista che per ben due volte e’ stata ospite degli studi di RTR 99. Parla volentieri con tutti e non mette mai paletti davanti a una buona tazza di caffè. Ha una pelle bellissima, nessun ritocco, una erre sicula molto divertente che ogni tanto irrompe con simpatia.

Il suo nome e’ Marcella Bella, che oggi festeggiamo con 68 candeline!

Il suo sguardo e’ lo stesso di quella giovanissima ragazzina che dalla Sicilia approdava a Milano, alla ricerca del successo. La testa piena di riccioli, anche quella, è la stessa. Giusto un po’ più biondi.

L’avventura musicale di Marcella parte con Festival degli Sconosciuti di Ariccia, rassegna canora organizzata da Teddy Reno, dove la vittoria non le viene convalidata in quanto ha solo tredici anni, due in meno di quelli previsti dal regolamento.

Ma la vera affermazione arriva nel 1972 con il brano Montagne Verdi che, presentato al Festival di Sanremo, arriverà in finale vendendo mezzo milione di copie.

Gli anni ’70 sono per Marcella quelli di brani come Sole Che Nasce Sole Che Muore, Io Domani, Mi Ti Amo ma anche Nessuno Mai  canzone che venne tradotta in inglese e portata al successo dai Boney M con il titolo di Take the Heat  Off Me.

Durante gli anni ’80, la cantante siciliana ci regala pezzi come Baciami, Canto Straniero, Nell’aria, L’Ultima Poesia (in duetto con il fratello Gianni) e tre edizioni del Festival di Sanremo molto fortunate con i brani Senza Un Briciolo Di Testa, Tanti Auguri e Dopo La Tempesta.

Da non dimenticare la canzone che Renato Zero scrisse nel 2002 per lei intitolata Regina Del Silenzio. Ecco come Marcella ricorda l’incontro con Zero: – Un giorno ci siamo incontrati in un ristorante. Lui è sempre stato molto affettuoso, molto carino, ha grande stima di me e a un certo punto ha detto: Ah Nì!, ma tu non canti più? E io risposi: Io canto. Sì, ma troppo poco, sei diventata una regina… mi risponde Renato. Come una regina?gli replico. Sì, ma del silenzio!” e io “Mi sono allontanata per crescere i miei due ultimi figli, perché il primo si lamentava sempre che non c’ero mai e quindi c’è stato un pochino di silenzio tra una canzone e l’altra.”

Con piu’ di 50 anni di carriera, Marcella continua ad emozionarci con le sue canzoni, come ha fatto nel 2017 realizzando un album prodotto da Mario Biondi (Metà Amore Metà Dolore,ndr) dove il famoso musicista e cantante siciliano, oltre a scrivere buona parte dei pezzi, si cimenta in un duetto con l’interprete catanese.

A questo punto non ci resta che augurare buon compleanno ad una delle piu’ belle voci della musica italiana e sperare in un prossimo incontro in radio per gustarci un caffe’ e ascoltare la voce cristallina di Marcella.

Auguri!

Paolo Famiglietti