Condividi l'articolo:

Compie oggi 69 anni uno degli artisti più importanti della nostra musica, capace di conquistare intere generazioni a distanza di tantissimi anni, mantenendo inalterato il suo fascino da poeta e cantautore.

Francesco De Gregori si è sempre diviso tra musica, poesia, impegno e storia. Ma sul palco si è presentato sempre serio e con la voglia di divertire e divertirsi. Il Principe della musica italiana (così è stato definito) ha da sempre snobbato Sanremo e si è sempre tenuto alla larga dalla moda del settore.

Impossibile menzionare il brano più bello di De Gregori. Ma tra i tantissimi non si può non citare “La donna cannone”. Canzone cantata da molti artisti ma mai sulla stessa scia magica e meravigliosa dell’originale. Insieme a lei c’è “Rimmel”, che in realtà parla un po’ di tutti noi. Una relazione ormai alle spalle ed il racconto di ciò che è stato, mettendo in risalto la necessità di doverne fare un’abitudine, nonostante rimanga ancora qualcosa.

Con “La leva calcistica della classe ‘68” i sentimenti sono altri ma ugualmente malinconici, soprattutto per chi riesce ad immedesimarsi a pieno in quella maglia numero 7, riconoscendo la propria adolescenza in quella del protagonista,Nino. È un brano che non tocca l’animo di tutti, a differenza di “Generale” dove ci sono occhi lucidi e cuori a pezzi. C’è la guerra, il silenzio ed il buio della notte. Ma con loro i sorrisi ancora nascosti di chi sa che ormai è tutto finito.

Del repertorio di De Gregori ci piace segnalare anche brani come Buonanotte Fiorellino,Alice, Viva L’Italia, Pezzi di Vetro eLa Storia.

Tante invece le canzoni scritte per gli amici-colleghi, come  Una Città Per Cantare scritta con Lucio Dalla per Ron, oppure Io E Mio Fratello scritta per Antonello Venditti e Mariù per Gianni Morandi.

Raccontare tutte le emozioni che ha cantato Francesco De Gregori in poche righe non è facile. Quarantanove album tra dischi, live e raccolte. Una carriera iniziata nel 1969 e portata avanti con classe ed eleganza, sempre alla ricerca di novità e con una passione artistica per Bob Dylan che ne ha evidenziato l’ammirazione e la volontà di accostarsi il più possibile al cantautore americano.

Una curiosita’ lega Francesco De Gregori a Fiorella Mannoia: Il cantautore e la cantante compiono gli anni proprio in questo 4 aprile, lui 69, lei 66. Entrambi nati a Roma sono,indubbiamente, tra  gli artisti più amati della scena musicale italiana.

Nel corso della sua fortunata carriera, De Gregori è sempre salito sul palco mostrandosi serio ed impostato. Ma solo qualche anno fa in un’intervista ha dichiarato: “Ora mi dà meno fastidio incontrare la gente, ho imparato l’autoironia. O forse da domani tornerò ad essere la solita testa di cazzo”.

Sessantanove anni ed una grande fetta di musica italiana sulle spalle. Da RTR 99 gli auguri piu’ sentiti al maestro Francesco De Gregori!

Paolo Famiglietti