Condividi l'articolo:

RTR99_Alex-Britti-In-nome-dell-amore-volume-1E’ uscito il 20 novembre in tutti i negozi e nei digital store il nuovo album di Alex Britti  “In nome dell’amore – Volume 1 ” su etichetta It.Pop distribuito da Artist First.
Anticipato dal singolo “Perchè?”, un brano in cui Alex Britti chiede PERCHE’? molte donne NON denunciano la violenza subita.
“Perchè?” nasce anche per dare un aiuto concreto alle donne vittime di violenza al fine di sensibilizzare alla denuncia.
Tutti i diritti di Alex Britti e della It.Pop del singolo “Perchè?” sono  destinati a WeWorld, una Ong mondiale che lavora da oltre 15 anni per difendere i diritti di donne e bambini in Italia e nel mondo.
Il brano è accompagnato da un videoclip girato negli studi di Cinecittà Studios a Roma e utilizzato per la campagna di sensibilizzazione di WeWorld contro la violenza sulle donne. La regia è di Ivano De Matteo, al video hanno partecipato: Carolina Crescentini, Massimiliano Bruno, Francesco Montanari, Michela Quattrociocche, Anna Ferzetti, Andrea Delogu, Rolando Ravello, Caterina Shulha, Luca Lionello, Giulia Elettra Gorietti, Gian Marco Tognazzi, Fabrizia Sacchi e Vincent Riotta.
Il nuovo album è caratterizzato da un nuovo sound, dove la chitarra elettrica sostituisce la chitarra acustica, ma senza mai perdere la vena pop che ha sempre contraddistinto il cantautore.

Track list:
01. In nome dell’amore
02. Perché?
03. Ti scrivo una canzone
04. Un attimo importante
05. Cinque petali di rosa
06. Da questa parte del mondo
07. Tra il Tevere e il blues
08. Ti scrivo una canzone (lounge)

Così Alex Britti racconta il suo nuovo cd:
“In nome dell’amore”
L’amore è il tema conduttore di quasi tutto, quello che si ha per una donna, per la musica, per la chitarra, perché ancora mi piace pensare che sia la benzina di quasi tutto quello che facciamo.
“Perché?”
La canzone si spiega da se, è un tema scottante, ho scelto il blues senza camuffarlo troppo, ho aggiunto anzi un coro dai riflessi gospel e poi spesso il blues spesso è stata musica di denuncia, di protesta.
“Ti scrivo una canzone”
Ironia a go go, parlo, scherzo, consiglio e rido, mi rivolgo ad una donna che mi sta a sentire a sprazzi, ironica e distratta, funky, soul, r&b, tutte le sfumature del blues.
“Un attimo importante”
Lo slancio di portare un po’ di blues e di jazz al festival di Sanremo, una canzone d’amore classica che cerca di non perdere l’eleganza di certe sonorità .
“Cinque petali di rosa”
Ancora un po’ di jazz e di blues al servizio di una canzone, ritmo ed armonie sofisticate con parole dal sapore classico, la chitarra si fa da parte per lasciare spazio al resto suonando con parsimonia solo quando indispensabile.
“Da questa parte del mondo”
Un esperimento, tra canzone poesia e sogno, senza regole di stesura o cliché, un viaggio tra parole e chitarre.
“Tra il Tevere e il blues”
In ogni mio disco c’è sempre uno o più strumentali, tra il Tevere e il blues e lo spazio d’azione, in questo brano c’è un po’ tutto il mondo, jazz, fusion, qualcuno dice musica etnica, per me è sempre blues.
Martedi 17 Novembre, a Roma presso la Sala degli Atti Parlamentari della Biblioteca del Senato, Piazza della Minerva 38, è stato presentato da WeWorld Onlus, il secondo Rapporto sulla violenza sulle donne e gli stereotipi di genere “Rosa Shocking 2 Violenza e stereotipi di genere: generazioni a confronto e prevenzione”.
Alex Britti, testimonial della Campagna “La voce delle donne” di WeWorld, ha presentato il video clip del singolo “Perchè?”, nato dall’esigenza di dare un aiuto concreto alle donne vittime di violenza. I diritti di Alex Britti e di It.Pop del singolo PERCHE’?, sono destinati  ai progetti di WeWorld contro la violenza sulle donne.
Sono intervenuti:
Giovanna Martelli – Consigliera del Presidente del Consiglio dei Ministri in materia di Pari Opportunità
Valeria Fedeli – Vice Presidente Senato
Roberta Agostini – Deputata
Micaela Campana – Deputata
Linda Laura Sabbadini – Direttore Dipartimento per le statistiche sociali ed ambientali ISTAT

Biografia
Alex Britti, chitarrista fuori dal comune e cantautore, attraversa l’Europa  collaborando con due grandissimi come Buddy Miles e Billy Preston. Arriva al successo in Italia alla fine degli anni Novanta raggiungendo i vertici delle classifiche con il triplo disco di platino con il suo primo album. Collabora negli anni con diversi artisti, tra cui Mina che reinterpreta la sua “Oggi sono
 Io”.
Nel 2011 firma la colonna sonora del film Immaturi di Paolo Genovese, pubblicando due anni dopo il suo settimo album, “Bene così”.
Continuano i successi dei suoi album e delle sue tournée registrando le top chat radiofoniche e tutti sold out ai suoi concerti.
Nel 2015 partecipa a Sanremo con il brano “Un attimo importante”, contenuto anche in “In nome dell’amore” – Volume 1.