Condividi l'articolo:

E’ ormai accertato che la drammatica situazione di Bergamo è figlia dell’irresponsabile decisione di portare a Milano 40mila atalantini per la partita di Champions League con il Valencia.
Una vittoria splendida con 4 gol che hanno generato abbracci e baci, strette di mano con relativa commistione di sani e contagiati.

Immaginate ora cosa potrebbe accadere se una squadra italiana vincesse il tricolore…
Siete così sicuri che i tifosi, ebbri di gioia, non si riverserebbero nelle piazze festeggiando in barba alla paura.
Sarebbe liberatorio e pericolosissimo, verrebbe vanificato il sacrificio di milioni di italiani che hanno rispettato il divieto di uscire di casa, ripiomberemmo in una tragedia e, per giunta, in piena stagione estiva.

A quel punto, tornare ad obbligare un popolo stremato a restare al chiuso diventerebbe impossibile.
Ecco perché abbiamo il dovere di indicare fin da ora i responsabili di quanto potrebbe accadere: sono quelli che chiedono di tornare a giocare prima possibile, sono quelli che se ne fregano della salute pubblica e guardano solo il proprio orticello, sono quelli che parlano di sport ma hanno a cuore solo il dio denaro.

Ogni italiano sano di mente dovrebbe ribellarsi ad un tentativo di questo genere. Un anno lo scudetto può anche non essere assegnato, con buona pace di tutti. Anche perchè, meglio così piuttosto che la pace eterna.

Luca Casciani