Metto piede in una radio a 20 anni e dopo una settimana sono in diretta. Emozionante, allo stesso tempo, naturale. La parlantina l’ho sempre avuta: in una grande comitiva o sei quella carina o sei quella brillante… Appunto! Anche se poi mi sono tolta le mie soddisfazioni…
Adoro giocare con la voce. Mi piace tenere compagnia, tra una risata e una riflessione più seria, dando a chi ascolta la possibilità di farsi una propria idea. Sappiate, e ci tengo, che, quella che ascoltate in radio e quella che incontrate per strada, sono la stessa persona, ma solo un po’ più struccata e sempre di corsa!
La vita mi ha riservato tante battaglie e non mi ha mai regalato nulla, ho sempre faticato per conquistare tutto, ma sono fiera e mi sento pulita!

Il mio rapporto con la musica nasce da bimba, quando costringevo mia mamma a guardare me, durante la sigla di Odiens, e non la Cuccarini!
Adoro ballare, credo che il senso ritmo venga anche da questo.
Amo tutto ciò che è artistico: disegno, pittura… e soprattutto sono innamorata pazza dei bambini!

Le croci che la vita ti dà non sono mai superiori alla tua capacità di sopportarle.

La mia personale Top 5

  • “Adagio” – Lara Fabian
  • “Perdere l’amore” – Massimo Ranieri
  • “Quando” – Pino Daniele
  • “La nevicata del ’56” – Mia Martini
  • “Back to the future” – Alan Silvestri